Nuova cucina

Arredare la nuova casa dopo il trasloco: come procedere?

Se state pianificando di cambiare casa, oltre al trasloco, che rappresenta la parte più pesante del lavoro, dovrete anche occuparvi di sistemare i nuovi spazi, arredarli e renderli più accoglienti, dando spazio alla vostra creatività.

Per non strafare e spendere troppo, stabilite un budget con un margine di flessibilità intorno al 15 o 20% e procedete per priorità. Fate una lista di quello che vi serve e dividete gli oggetti in tre categorie, in base alle necessità reali. Siamo tutti tentati dagli oggetti in vendita in numerosi negozi che sono molto accattivanti, che in realtà non useremo mai. Meglio investire in pochi elementi ma di qualità.

Iniziate dai lavori essenziali

Per questo motivo, iniziate da interventi strutturali: sistemare pavimenti o rifare, se necessario, i serramenti e rendere cucina e bagno perfetti. Tutte queste modifiche miglioreranno la vostra casa e ne aumenteranno il valore sul mercato, per cui possono essere considerati investimenti nel lungo termine. È sempre una buona idea richiedere una valutazione da un professionista, che vi può indicare dove intervenire e aiutare anche durante la compravendita della casa, per negoziare sul prezzo finale.

A questo punto, pianificate gli interventi in modo che la casa sia perfetta per il giorno del trasloco. Lo stesso discorso è valido se dovete installare la cucina o i sanitari. Altrimenti ci sarà ulteriore confusione quando arriverete con i mobili e gli scatoloni.

Gli esperti consigliano di non imbiancare subito, se le pareti sono ancora in buone condizioni ma aspettare di ambientarsi e di vedere quale colore è più in linea con il vostro arredamento. C’è però chi preferisce approfittare dello spazio vuoto, prima di posizionare mobili e scatoloni per dare una bella rinfrescata alle stanze.

Tutte queste operazioni si dovrebbero concludere, preferibilmente, prima del vostro arrivo nella nuova casa. Se avete comprato mobili nuovi, cercate di farli arrivare e montarli prima dell’arrivo dei camion utilizzato per i traslochi, in questo modo ci sarà meno confusione.

Come muoversi per quanto riguarda l’arredamento?

A questo proposito, innanzitutto, prima di decidere quali mobili porterete con voi, prendete le misure per capire se c’è spazio sufficiente nella nuova casa. Se non ci staranno, non sono più in ottime condizioni o non rispecchiano più il vostro stile, non siete obbligati a portarli con voi. Potete rivenderli, regalarli o donarli alle associazioni che si occupano proprio di questo.

Nella scelta dei mobili nuovi, infine, ricordatevi sempre che la casa è di chi la vive, questo significa che deve rispecchiare il vostro gusto personale e le vostre esigenze.

Potete lasciarvi ispirare dai numerosi esempi di arredamento che trovate su Pinterest e dalle nuove tendenze del 2018 ma sempre tenendo presente quello che piace a voi.

Se avete eseguito dei lavori di ristrutturazione nella nuova casa, potrete inoltre usufruire del Bonus Mobili. Si tratta di una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili nuovi e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla classe energetica A+. Per avvalersi di questa detrazione è necessario pagare con bonifico, carta di debito o di credito ed è ammessa anche nel caso in cui i mobili siano pagati a rate. Basta presentare l’attestazione di pagamento, la fattura e lo scontrino relativo.

Pubblicato in Casa