Dentista

Il dentista Low Cost: cure dentali coperte dall’assicurazione

In un periodo di forte crisi come quello attuale, dove anche per le cure mediche si è costretti a risparmiare, la soluzione offerta dalla formula del dentista low cost è una di quelle in forte aumento e molto ricercata dalle famiglie italiane.

A differenza di quanto l’espressione dentista low cost potrebbe suscitare non si tratta di acquistare pacchetti per Paesi dell’est Europa dove i prezzi di molte prestazioni sanitarie sono ridotti, ma di formule offerte dalle ASL delle nostre città, frutto di accordi tra gli ambulatori odontoiatrici e professionisti privati che offrono servizi eccellenti a costi contenuti e, oltretutto, previsti di coperture assicurative.

Di cosa si tratta

Prima di liquidare la questione della formula del dentista low cost o di cedere a facili entusiasmi bisogna capire di cosa si tratta, per valutarla ed eventualmente decidere se sottoscriverla o meno. Innanzitutto va premesso che questa formula assicurativa per le cure odontoiatriche in molti Paesi del nord Europa è normale e praticata da anni.

Sul web si trovano già anche in Italia molte offerte low cost per questo tipo di prestazioni sanitarie. Il punto su cui ruota la questione (e la decisione) è capire se realmente conviene. Non tanto in generale, ma nello specifico della propria realtà sanitaria e di quella dei propri familiari. È bene infatti confrontare tra loro i vari preventivi, capire cosa realmente offrono e, su una stima di quanto speso negli anni precedenti per le cure dentistiche, capire se queste soluzioni sono vantaggiose o meno.

Le ragioni dell’abbassamento dei prezzi

La domanda sul perché sia sorta la formula del dentista low cost senza rinunciare alla qualità dei servizi è quantomeno legittima. La risposta, però, è piuttosto semplice: essendoci meno disponibilità economiche da parte degli italiani i dentisti, che necessitano anche loro di lavorare, studiano convenzioni con gli altri colleghi e con le ASL locali per riuscire a fornire gli stessi servizi a prezzi per il cliente più contenuti.

Questo sistema, se ben strutturato, può portare solamente che benefici. Innanzitutto, i più evidenti, in termini di costo per i pazienti, ma allo stesso tempo anche qualitativi; aumentando la domanda la concorrenza tende ad elevare gli standard offerti dai singoli dentisti. Infine, ma aspetto non meno importante, a giovarne è anche la salute dei pazienti che potranno accedere a visite, cure ed interventi ai quali, in assenza del dentista low cost, avrebbero dovuto rinunciare.

La difficoltà iniziale è solo quella di introdursi in questo settore e iniziare a ragionare con queste nuove modalità e dinamiche, per molti aspetti differenti con quelle con cui si è abituati a ragionare. È un sistema nuovo, ma non per questo meno valido e, come visto, i benefici sono per tutti sotto molteplici punti di vista.