Wall street New York

Investire in Borsa: facciamo chiarezza

Investire in Borsa è un’opportunità per guadagnare oppure un rischio? Si tratta di un’attività alla porta di tutti oppure bisogna essere specializzati? Che cosa conta quanto si investe in Borsa, la fortuna oppure l’abilità nel comprendere l’evoluzione dei mercati finanziari?

Diciamo la verità: oggi sono in molti coloro che, spinti da curiosità o avidità, hanno desiderio di investire in Borsa. Questi aspiranti trader molto spesso si avvicinano ai mercati finanziari senza nemmeno una preparazione specifica e sono pieni di dubbi. Spesso non sanno nemmeno bene in che cosa consiste l’investimento in Borsa.

Sono proprio questi principianti che spesso utilizzano l’espressione giocare in Borsa per riferirsi all’attività di trading finanziario. E’ un’espressione di uso comune, è vero, ma nasconde un insidia: quella di sottovalutare le difficoltà e i rischi del trading sui mercati finanziari.

Prima di proseguire con il nostro articolo, è meglio puntualizzare che cosa significa investire in Borsa.

La Borsa è un mercato finanziario, non un casinò su cui fare scommesse. Investire in Borsa è un’opportunità perché si possono guadagnare dei soldi (e ci sono persone che grazie alla Borsa sono riuscite a diventare ricche) ma è anche un rischio perché i soldi si possono perdere. I grandi trader di Borsa non sono quelli che operano senza nessun tipo di rischio. Sono invece coloro che riescono a gestire, a controllare il rischio.

Per inciso, osserviamo che non esiste un investimento finanziario che non abbia rischio. Anzi, il rischio è sempre correlato ai rendimenti che l’investimento stesso può generare. Se voglio rischi molto piccoli (il rischio zero non esiste) posso acquistare titoli di Stato emessi dalla Germania. Ma in questo caso, attenzione, il rendimento garantito sarà piccolissimo, nullo o addirittura negativo se consideriamo l’inflazione. In pratica, chi presta soldi alla Germania lo fa solo per conservare il capitale, senza attendersi nessun tipo di interesse. Viceversa, chi decide di investire in Borsa lo fa perché vuole guadagnare molti soldi. Ebbene, in questo caso è ovvio che ci saranno molti rischi di perdita.

Per questo motivo quando si fa trading online sui mercati è sempre consigliabile mettere in atto una strategia di money management: in pratica si suddivide il capitale in porzioni molto piccole che si utilizzano per le singole operazioni. In questo modo anche se una singola operazione va male, ce ne saranno sicuramente altre che chiudono in attivo e i rischi sono sensibilmente limitati.

L’altra domanda importante che spesso i principianti si pongono riguarda il livello di preparazione necessario per cominciare a giocare in Borsa. Ebbene, con gli strumenti disponibili oggi sul mercato tutti possono investire in Borsa anche se non hanno una preparazione specifica. Queste persone possono, infatti, dedicare del tempo allo studio, magari sfruttando le tante guide completamente gratis che si trovano su internet. C’è da dire che le piattaforme di trading oggi disponibili sono veramente molto facili da utilizzare e la loro curva di apprendimento è estremamente favorevole anche per il trader meno esperto. Tutto questo non deve però mai far dimenticare che i mercati finanziari sono una cosa seria, da affrontare con preparazione e concentrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *