Cerotti

Come riconoscere e curare una ferita infetta

Ti sarà sicuramente capitato di farti un taglio o procurarti una lesione e sai benissimo che la prima cosa che devi fare è disinfettare la ferita. Purtroppo, a volte,nonostante tutte le attenzioni, si può creare un’infezione! A questo punto ti chiederai come riconoscere e curare una ferita infetta? Leggi queste informazioni e lo capirai subito.

Regolare processo di cicatrizzazione

Per prima cosa vediamo come deve essere una ferita che sta seguendo un regolare processo di cicatrizzazione. Il colore della ferita deve essere roseo intenso, non deve mostrare gonfiore o tumefazione nei contorni e la temperatura della pelle, al tatto, deve essere tiepida e non calda. Non devono essere presenti segni d’infiammazione e non deve essere dolente al tatto. Ricordate di mantenerla disinfettata, con le garze o il cerotto sempre puliti e non esporla a polvere o agenti contaminanti.

Quando dire che c’è un infezione in corso?

Se avvicini la mano alla ferita e senti un calore abbastanza elevato vuol dire che c’è un processo infiammatorio in corso. L’infezione ha raggiunto gli strati sotto l’epidermide e le difese immunitarie sono intervenute per debellare e cacciare gli invasori. Il calore che senti è dovuto proprio a questa lotta, quindi meglio dare una mano. Se le tue difese immunitarie non dovessero riuscire a debellare subito il nemico, il calore che senti sulla ferita, pian piano, s’impadronirà del corpo portando la febbre. Se osservi la ferita, noterai sicuramente che la zona circostante si è gonfiata e sta assumendo un colore rosso intenso. Al tatto farà di scuramente male e la bordatura della ferita potrebbe presentare una leggera crespatura gialla. Anche le bende potrebbero essere macchiate di pus e, in questo caso, è facile constatare che l’infezione è già avanzata. Il liquido può essere trasparente e sieroso oppure giallo intenso. È giunto il momento di non perdere tempo e  rivolgersi al medico, onde evitare complicazioni

Che cosa fare per curare una ferita infetta

Per prima cosa ti dico cosa non devi fare: non devi toccare la ferita con le dita! Spesso è un gesto istintivo, ma molto nocivo. Devi pulire accuratamente la zona della ferita con una soluzione fisiologica. Non aver paura, lasciala scorrere in abbondanza, fino a quando al ferita non ti sembrerà completamene pulita. A quel punto utilizza dei tamponi di garza sterile per asciugare la ferita. Ovviamente non devi sfregare la garza, ma semplicemente tamponare con movimenti molto delicati. A questo punto devi utilizzare una crema antibiotica e proteggere la ferita con garza e cerotto. La crema antibiotica, deve essere prescritta da un medico che valuterà anche il tipo di infezione che ha colpito la tua ferita, tu provvederai solo a fare la medicazione applicando le dosi indicate dal dottore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *