Bruxelles Grote Markt Belgio

Bruxelles – Una città bella, calda e vitale

Bruxelles è la città che non ti aspetti: te la immagini un po’ grigia, piena di uffici internazionali, ma senza particolari attrattive o bellezze architettoniche. Poi un giorno, per qualche motivo, ti capita di andarci e scopri che tutti i pregiudizi che avevi erano appunto solo pregiudizi, che la città è bella, calda (nonostante siamo al nord) e vitale. Ci sono moltissime cose da vedere. Si parte dal suo centro storico con la Grand’ Place, vero gioiello dell’architettura belga, una grande piazza rettagolare dove si trovano gli edifici più belli della città, i palazzi delle antiche corporazioni medioevali, riccamente decorati ognuno con ancora il simbolo della classe sociale cui appartenevano. Se ci capitate a ferragosto poi è completamente rivestita di fiori. Il primo giovedì di luglio vi si svolge l’Omegang, tradizionale corteo in costume dei rappresentanti delle corporazioni.
Dalla piazza, si accede alle Galerie Saint Hubert, uno dei passaggi coperti più prestigiosi d’Europa, nonché uno dei luoghi più frequentati della città con bar, cioccolaterie e negozi di lusso. Il centro storico è delimitato dalla circonvallazione dei grandi viali chiamata Petit Ring e ha forma pentagonale. Il Pentagone, racchiude la maggior parte delle attrazioni turistiche: monumenti, musei, chiese e percorsi d’arte. In una stradina defilata ecco il simbolo della città, la fontana del bambino che fa la pipì. La leggenda vuole che rappresenti il gesto con cui un ragazzino, urinando, spense la miccia di una bomba in procinto di esplodere nella città. E siccome i belgi sono molto meno seriosi di quanto si possa credere, a Bruxelles si trovano anche la bambina che fa la pipì (Janneke pis) e persino il cagnolino che espleta i suoi bisogni! I quartieri un tempo trascurati, oggi sono stati riscoperti e valorizzati. L’area della place du Grand Sablon, rinomata per antiquari e negozi di cioccolato, è una delle più frequentate, soprattutto nel weekend per via dei suoi caratteristici mercati. Marolles è un altro dei quartieri più interessanti, un tempo dimora privilegiata di ladri e tagliagole, dove si parla ancora il dialetto stretto, e i vicoli sono animati da mercatini, caffè e ristoranti.  Oltre la zona del Palazzo Reale, si trova il ‘quartiere europeo’, con la Commissione europea, il Consiglio dell’Unione europea, il Parlamento europeo, gli uffici della Presidenza europea, il Comitato delle regioni, la sede politica della Nato e dell’Unione dell’Europa occidentale. In questa zona convivono art nouveau, palazzi avveneristici e architettura classica tipica delle città del nord. Tra i musei imperdibili c’è quello del fumetto, centre Belge de la Bande Dessinè (hanno un papà belga infatti Tin Tin, i Puffi e Lucky Luke). Inoltre è di prossima apertura il bellissimo e rinomato museo di Magritte, più in periferia rispetto al centro storico, dove sono raccolte tutte le tele del grande artista, che rappresenta una scuola a sè, idee assolutamente originali, difficilmente ricollocabili in un qualche movimento artistico dell’epoca. E che dire della vita notturna? Senza scherzare è una delle piazze più movimentate d’Europa, con discoteche, pub (la birra è buona, particolare e pure un po’ pesante, ad essere sinceri), club e quant’altro! Insomma c’è tutto quello di cui avete bisogno per trascorrere una vacanza indimenticabile! Per raggiungere Bruxelles basta prenotare un volo con Easyjet, da Malpensa vi porta dritti dritti nel cuore della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *