Chirurgo

Gli interventi di chirurgia estetica più richiesti

Il tempo passa e il ricorso agli interventi di chirurgia estetica sono sempre più frequenti. Le donne sono quelle che più ne fanno uso, ma non mancano gli uomini che vogliono risolvere qualche problema di inestetismo che gli affligge. La domanda che ci poniamo a questo punto è: quali sono gli interventi più richiesti? In questo articolo entreremo nel dettaglio e vedremo quali son quelli a cui le persone fanno più ricorso.

Interventi di chirurgia estetica

Lifting del sopracciglio: uno dei problemi che porta all’intervento di chirurgia estetica sono le sopracciglia cadenti, che solo il trucco non può essere in grado di nascondere. Uno dei motivi che spinge le persone a fare un intervento di sollevamento del sopracciglio (brow lift), è che nei casi in cui esiste questo problema il volto sembra assumere una costante espressione triste.

Per fare questo intervento si deve procedere con un’incisione a bordi del cuoio capelluto. Per gli esperti di medicina estetica è un’operazione molto semplice, che viene fatta a livello ambulatoriale e con anestesia locale.

Rinoplastica: uno degli interventi tra i più praticati, e che punta alla correzione della struttura osseo-cartilaginea del naso. Per effettuare questa operazione si possono seguire due tipi di strade, la rinoplastica aperta con la quale vengono praticate incisioni sia interne che esterne, e la rinoplastica chiusa, che invece consiste nel rimodellamento del naso attraverso le narici.

Di solito è la seconda quella a cui si propende, perché la migliore come rendimento. C’è da dire però che è più complicata e prevede più tempo per tornare a regime. Il costo varia da 3.000 a 5.000 euro.

Mentoplastica: si fa ricorso a questa operazione quando il mento è poco marcato, o nel caso opposto lo è troppo. Infatti, può togliere armonia al viso e per questo si fa ricorso all’intervento di mentoplastica. In base a quale delle due situazioni si trova di fronte, il medico opterà per aumentare le proporzioni del mento (chirurgia additiva) o a diminuirle (chirurgia riduttiva). Questo è uno degli interventi che prevede una semplice soluzione ambulatoriale con anestesia locale. Il costo è intorno a 3.000 euro.

Addominoplastica: operazione volta alla rimozione del grasso e dell’eccesso di pelle nella zona addominale. Le incisioni per effettuare tale operazione avvengono al di sopra del pube e intorno all’ombelico. Per fare in modo che il drenaggio del sangue avvenga in maniera corretta, vengono inseriti dei tubi, che verranno poi rimossi dopo un paio di giorni.

Il costo è più elevato delle precedenti e supera i 5.000 euro. Per informazioni dettagliate sull’intervento e sui costi precisi, visitate la pagina dedicata sul sito www.clinic365.it.

Mastoplastica additiva: l’intervento di chirurgia estetica più richiesto è proprio l’aumento del seno. Un intervento che come sappiamo consiste nel collocare al di sotto della ghiandola mammaria delle protesi. I materiali con le quali vengono realizzate le protesi possono essere diversi, ad esempio in silicone, soluzione salina o idrogel.

L’aumento del seno è un intervento che mira a risolvere problemi non tanto fisici, quanto psicologici. È uno di quelli che oggi rappresenta una vera e propria moda. Le tecniche con le quali si procede all’intervento sono varie, e le incisioni possono avvenire in diverse: al di sotto della mammella, all’areola o infine dal cavo ascellare. Il costo varia da 5.000 a 8.000 euro.